Ancona e dintorni

stemma di Ancona

Ancona è un comune italiano di 100 861 abitanti, capoluogo della provincia omonima e delle Marche. Affacciata sul mar Adriatico, possiede uno dei maggiori porti italiani. Città d’arte ricca di monumenti e con 2.400 anni di storia, è uno dei principali centri economici della regione, oltre che suo principale centro urbano per dimensioni e popolazione.

Protesa verso il mare, la città sorge su un promontorio a forma di gomito piegato, che protegge il più ampio porto naturale dell’Adriatico centrale. I Greci di Siracusa, che fondarono la città nel 387 a.C., notarono la forma di questo promontorio e per questo motivo chiamarono la nuova città Ἀγκών, “Ankón“, che in greco significa gomito. L’origine greca di Ancona è ricordata dall’appellativo con la quale è conosciuta: la “città dorica“.

Ancona è una città tutta da scoprire e offre numerose attrazioni, tra cui piazze, monumenti, musei, siti archeologici e bellezze naturalistiche:

I luoghi e i monumenti più rappresentativi sono inseriti in un contesto naturale dominato dal promontorio collinare sul quale sorge la città; ciò permette di ammirare dalle piazze e dalle strade spettacoli naturali inconsueti in analoghi luoghi urbani: strapiombi affacciati sulle spiagge, il sorgere e il tramontare del sole e della luna sul mare, le onde delle burrasca. I monumenti più significativi della città non a caso sorgono nei luoghi più significativi del suo promontorio: il Duomo proprio al suo vertice, l’Anfiteatro romano, l’Arco di Traiano e il Lazzaretto sulle banchine del porto, il Faro vecchio e la Cittadella sulle sommità di colline a picco sul mare e il Monumento ai Caduti nel luogo in cui la vallata centrale della città sbocca sulla costa alta.

fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Ancona

 
Nei dintorni di Ancona si trovano molte cittadine e paesini caratteristici come Camerano con le sue grotte e Osimo, Castelfidardo con la sua Selva e il museo delle Fisarmoniche e Loreto, nota meta di pellegrinaggio. Anche se Ancona non offre vere e proprie spiagge di sabbia, non mancano quelle di ciottoli, sassi e rocce caratteristiche, insieme alle tipiche grotte dei pescatori: il Passetto e la Grotta azzurra, il quadrato e la seggiola del papa ecc. Nelle immediate vicinanze di Ancona troviamo diverse località balneari Bandiera blu alcune inserite nel famoso Parco del Conero con l’omonimo monte, come la spiaggia di Portonovo e Mezzavalle ma anche Sirolo, Marcelli e Numana, Porto Recanati e Civitanova Marche per citarne alcune, distanti solo mezzora di macchina.

 

REGIONE MARCHE

logo Regione Marche

Affacciate sul mare Adriatico al centro dell’Italia, con poco più di un milione e mezzo di abitanti distribuiti nelle cinque province di Ancona, città capoluogo, Pesaro e Urbino, Macerata, Fermo e Ascoli Piceno, e appena un comune su quattro superiore ai cinquemila abitanti, le Marche, da sempre “porta d’Oriente” del nostro Paese, sono l’unica regione italiana al plurale.

Caratterizzata dalla presenza dei monti Appennini, che dolcemente degradano lungo vallate parallele fino al mare. La regione si contraddistingue per la rara bellezza che l’ha resa terra di grandi personalità, da Giacomo Leopardi a Raffaello, da Giovan Battista Pergolesi a Gioachino Rossini, da Gaspare Spontini a Padre Matteo Ricci a Federico II, che qui sono nati.

http://marcheadvisor.turismo.marche.it/

 
Oltre ad Ancona e provincia, le Marche offrono moltissime attrazioni da visitare e occasioni per scampagnate e gite fuori porta all’insegna della cultura, dell’arte, del divertimento, dello sport e del buon cibo, per citarne alcune: città d’arte e borghi medievali come Loreto, meta di pellegrinaggio da tutta italia, Corinaldo, Cingoli, soprannominata “il balcone delle Marche”, Macerata, Fano, Fabriano, Camerino, senza dimenticare Urbino, Recanati e Pesaro, città natali di Raffaello, Leopardi e Rossini, Gradara, uno dei borghi medievali meglio conservati d’Italia, e Ascoli Piceno, stupenda citta’ d’arte celebre per il suo piatto tipico le olive ascolane appunto ecc. ecc; non meno importanti, bellezze naturalistiche come La gola del Furlo, Le grotte di Frasassi e la Gola della rossa, il Monte San Vicino e il Monte Canfaito, con la sua foresta di alberi centenari, il lago di Fiastra e le Lame rosse e naturalmente il Parco Nazionale dei Monti Sibillini con le vette più alte delle Marche, nota meta di appassionati di trekking e molto altro ancora..